PRODOTTI


Prodotti Biologici
Prodotti Fairtrade
Novità

PROGETTI

INDIA - SILENCE

prodotti relativi
Silence

Auguri da Calcutta
Il prodotto principale intorno a cui Silence fin dall’inizio ha concentrato il suo lavoro è senza dubbio quello dei biglietti d’auguri; ancora oggi una buona parte di essi viene dipinta interamente a mano, mentre di altri viene fatto prima il contorno a stampo e poi il soggetto a mano. Altri prodotti principali - particolarmente importanti per l’esportazione - sono l’incenso, di cui viene molto curata anche la decorazione dei pacchetti, e le candele. Ultimamente Silence ha intrapreso la lavorazione di pietre semipreziose per la produzione di bigiotteria.
La produzione dei vari articoli avviene in alcuni laboratori gestiti direttamente dall’organizzazione e vede impegnato un numero sempre crescente di persone portatrici di handicap fisici, soprattutto non udenti.

Una vita in silenzio
Silence non è nato dalla buona volontà di persone sensibili ai problemi sociali ma è stato fondato nel 1978 a Calcutta da un gruppo di artisti non udenti che intendevano, con la vendita dei loro prodotti, sostenersi economicamente e dar voce al loro silenzio; rappresenta perciò la loro volontà di lavorare per vincere la propria sofferenza. Questa iniziativa spontanea attirò l’attenzione di un giovane che contribuì a creare intorno al gruppo originario una organizzazione ben strutturata che potesse mantenersi economicamente solida garantendo entrate fisse ai suoi soci.
Il progetto è poi andato sempre più affermandosi negli anni attraverso una diversificazione dei prodotti, un consolidamento della struttura organizzativa, la promozione di corsi di formazione, e via dicendo. Il numero dei collaboratori di Silence è andato ovviamente aumentando con l’ampliarsi della struttura e da un piccolo gruppo iniziale si è arrivati attualmente a quasi un centinaio di persone (l’80% delle quali portatrici di handicap) impegnate nei diversi ambiti, dalla produzione vera e propria alla gestione organizzativa.
In seguito alla crescente richiesta di ulteriori servizi da offrire a persone portatrici di handicap, Silence ha dato vita nel 1986 ad un dipartimento, il Silence Training Institute, che, in collaborazione con l’Adult Continuing Education and Extension Centre della Jadavpur University, organizza, per persone con almeno il 50% di invalidità, corsi di formazione in artigianato artistico e commerciale (della durata di 12 mesi e con la partecipazione di 20/30 persone) e per operatori di computer (6 mesi, 15/20 persone). Ha preso il via anche un corso di specializzazione nella lavorazione della pietra ed è in cantiere un corso avanzato in artigianato artistico e commerciale.
Dal 1987 è entrata in funzione la Silence Service Agency, un’agenzia di servizi che, oltre a svolgere un importante lavoro per Silence, per ciò che concerne l’ambito pubblicitario e l’elaborazione di dati, accetta commissioni da parte di altre ditte, mirando così all’autosufficienza dal punto di vista economico. Allo stesso tempo l’agenzia offre un’opportunità lavorativa a coloro che escono dal corso di formazione per operatori di computer. Sempre parte integrante della Silence Service Agency è uno studio artistico che, sotto la guida di un artista dà lavoro ad artisti di Silence, compresi coloro che si sono formati grazie ai corsi di artigianato artistico e commerciale. Questo studio da una parte svolge una funzione fondamentale di elaborazione di nuove idee e prodotti artistici, dall’altra si impegna a prendere contatti con case pubblicitarie per svolgere lavori su loro commissione.

Autofinanziamento e contributi
Dal punto di vista economico-finanziario Silence è indipendente per quel che riguarda le sue attività principali e cioè la lavorazione e la vendita di prodotti artigianali; le entrate derivate dalle vendite hanno infatti conosciuto una crescita continua e sono tali da permettere una retribuzione adeguata alle persone impegnate all’interno dell’organizzazione. Tuttavia il contributo di amici e benefattori è sempre stato fondamentale soprattutto in funzione della diversificazione dei programmi. Nel 1988 per la prima volta Silence ha ricevuto un considerevole contributo finanziario da parte del governo indiano da utilizzare per la gestione di un corso di artigianato artistico e commerciale. Questo contributo governativo si è poi ripetuto nel 1990. La Provincia Autonoma di Bolzano, su richiesta della Ctm, ha stanziato nel 1993 un fondo di 65 milioni di lire per la costruzione di un nuovo centro di produzione che è stato ultimato nel ’95.
I prodotti di Silence vengono commercializzati in diversi modi sia all’interno che all’esterno del paese; innanzitutto tramite il negozio gestito direttamente dall’organizzazione e localizzato in un importante centro commerciale di Calcutta, nel quale vengono venduti articoli prodotti direttamente dai soci di Silence insieme ad artigianato proveniente da diversi Stati indiani ed acquistato direttamente dai produttori.
Sempre a Calcutta il lavoro e i prodotti di Silence vengono fatti conoscere all’interno di scuole (in particolare le scuole cattoliche dove già dal 1986 Silence ha intrapreso un programma di sensibilizzazione ai problemi dei portatori di handicap), e chiese presso le quali, in occasione di fiere, feste, ricorrenze e conferenze, vengono allestiti punti vendita temporanei. All’interno dell’India i prodotti artigianali di Silence vengono acquistati da diverse ditte tramite il sistema della vendita per corrispondenza.

Il mercato internazionale
Per quel che riguarda le vendite all’estero invece il panorama degli acquirenti è costituito principalmente da organizzazioni di commercio equo in Europa, Asia (Giappone, Hong Kong), Oceania (Australia e Nuova Zelanda). Per stimolare il mercato interno e attirare nuovi clienti Silence ha indirizzato i suoi sforzi nel campo pubblicitario e può ora contare su di un efficiente gruppo di marketing che, fra l’altro, si cura di inviare in tutto il paese diverse lettere di presentazione accompagnate dal catalogo dei prodotti; attualmente Silence dispone di una sola persona che, residente a Delhi, svolge una funzione di punto di riferimento decentrato.
I rapporti con le Ato’s estere vengono mantenuti vivi da visite reciproche: quasi ogni anno un rappresentante di Silence viene in Europa per rafforzare i contatti già esistenti e per stabilirne di nuovi.
 
Allegati

SILENCE


PRODUTTORI SASHA


INCENSO

 SILENCE PROGETTO