PRODOTTI


Prodotti Biologici
Prodotti Fairtrade
Novità

PROGETTI

PERU' - CANDELA

prodotti relativi
Candela
Perù
Breve storia
Candela è un’impresa familiare, nata nel 1989, come struttura di commercializzazione volta a sostenere
piccole organizzazioni di artigiani peruviani. La prima esportazione venne effettuata in Inghilterra e,
successivamente, in altri paesi europei. Nel 1995 l’impresa decise di specializzarsi nel settore alimentare, non
prima di aver garantito continuità di lavoro agli artigiani con cui era in contatto, grazie alle relazioni
commerciali che questi già avevano con altre strutture di commercio equo e solidale (come Ciap, Minka e
Manos Amigas). Fin dai primi momenti Candela decise di lavorare con piccoli produttori della “Castaña
peruana”, da noi conosciuta e apprezzata come “Noce dell’Amazzonia”. La decisione di concentrare i propri
sforzi su questo progetto venne presa in seguito a un monitoraggio che rivelò l’importanza della noce per
l’economia di numerose comunità della foresta amazzonica e, nello stesso tempo, l’esistenza di una catena
commerciale fortemente sfavorevole per i raccoglitori-produttori nei confronti degli intermediari e delle
aziende alimentari acquirenti.
Struttura
Candela è un’impresa costituita da nove persone, distribuite nelle due strutture di Lima e Puerto Maldonado.
Negli edifici della capitale si trovano gli uffici e i magazzini per l’esportazione, oltre a un piccolo impianto
per la produzione dell’olio di noce e al laboratorio per l’elaborazione delle candele profumate. Nella città di
Puerto Maldonado (foresta amazzonica) si trovano i locali per la raccolta e la preparazione delle noci.
Candela ha stretto un accordo, nell’aprile del 2003, con la nascente RONAP (Organización de Recoletores
Organicos de la Nuez Amazónica del Perù”), un’associazione che riunisce numerosi raccoglitori-produttori
biologici di noce amazzonica. L’accordo, tra le due realtà, denominato “Alianza entre Candela Perù y
RONAP” si pone un duplice obiettivo: rafforzare la collaborazione tra i raccoglitori e Candela e sviluppare un
progetto comune di azione nell’ambito del commercio equo e solidale. Nel dettaglio, i termini della “Alianza”
sono così riassumibili:
• miglioramento della qualità dei processi di raccolta, immagazzinamento e trasformazione della noce
amazzonica;
• ricerca e sviluppo del mercato equo e solidale per quanto riguarda la noce biologica dell’Amazzonia;
• realizzazione di corsi di formazione;
• reperimento di risorse per finanziare progetti a favore dei produttori;
• informatizzazione delle attività e sito internet;
• sostegno economico ai “castañeros”.
Obiettivi
Il lavoro che impegnerà Candela e Ronap nei prossimi anni sarà soprattutto rivolto al rafforzamento e
all’armonizzazione delle due organizzazioni all’interno della “Alianza”. L’obiettivo è giungere alla
costituzione di un organismo unico, in grado di rappresentare tutte le realtà coinvolte nel processo produttivo
e commerciale della noce amazzonica del Perù. Una struttura unica, inoltre, contribuirebbe a rafforzare lo
spirito di collaborazione tra i vari soggetti e a potenziare notevolmente lo sviluppo di questa importante
risorsa economica locale. Il primo importante punto in agenda è la creazione momenti comuni di confronto e
discussione sulla determinazione del prezzo equo e solidale per la noce biologica dell’Amazzonia.
Il “Castañero”
Il “Castañero”, il raccoglitore-produttore della noce amazzonica, è una figura importante della foresta
peruviana, rappresentando un’attività centrale per quella zona. Si definiscono normalmente due figure
differenti, a seconda della zona in cui operano i raccoglitori: il “Castañero del rio” e quello del “Castañal”. Il
primo è un raccoglitore “nomade”, che individua una zona ricca di alberi della noce dell’Amazzonia,
raccoglie le noci e le vende. Il secondo ha avuto in concessione dal governo lo sfruttamento di una data zona
di foresta (denominata, appunto, “Castañal”), che cura anno dopo anno. Questo secondo tipo di produttore,
generalmente, dispone anche di attrezzature e impianti per l’immagazzinamento, l’essicazione e la sgusciatura
della noce. Alcuni produttori si limitano alla prima fase, ossia all’immagazzinamento.
Fanno parte dell’associazione RONAP produttori delle tue tipologie, appartenenti a cinque grandi zone
geografiche: Planchón-Mavila, La Novia-San Lorenzo, Lago Valencia, Palma Real e Piedras.
Prodotti
La noce dell’Amazzonia, oltre all’utilizzo alimentare (noce vera e propria e olio) si presta a un interessante
utilizzo in ambito artigianale. Con l’involucro esterno, infatti, duro e fibroso e simile a quello della noce di
cocco, si possono fabbricare diversi oggetti. Candela utilizza questi gusci per fabbricare coloratissime e
profumate candele. La lavorazione viene eseguita nei laboratori di Lima, a partire dalla “Cascara”, ossia dal
guscio esterno. In questo caso viene riciclato un prodotto di scarto della lavorazione della noce, per ottenere
un prodotto simpatico, utile e originale.
Candela è membro di IFAT (International Federation of Alternative Trade), l’associazione mondiale che
raccoglie produttori e centrali d’importazione del commercio equo e solidale.
I prodotti di Candela sono identificabili dai codici con le iniziali: 074
 
Allegati

CANDELA

 PROGETTO CANDELA