PRODOTTI


Prodotti Biologici
Prodotti Fairtrade
Novità

PROGETTI

KENIA - KIVULI FAIR TRADE

prodotti relativi
Kivuli Center
Kenya
Kivuli center è un’organizzazione non governativa con sede nella parte ovest di Nairobi, a circa 15
chilometri dal centro della città.
Coinvolge numerosi gruppi aiutandoli a collegarsi alla rete del commercio equo e solidale a livello
internazionale e assistendoli nella commercializzazione dei prodotti. La convinzione è che la formazione
delle comunità locali consenta di ridurre il livello di povertà ed accrescere l’autostima e l’autonomia delle
persone.
La storia
Il Kivuli Center è un programma della Koinonia Community, un’organizzazione laica di ispirazione
cristiana fondata nel 1998 da Padre Renato Sesana Kizito. Il modello sulla quale si basa è quello delle
prima comunità cristiane e il suo scopo principale è quello di condividere gli aspetti materiali e spirituali
della vita e di lavorare per il miglioramento della società.
Uno delle maggiori preoccupazioni della Koinonia Community è da sempre legata al crescente fenomeno
dei bambini di strada. Viene stimato che nel 1975 il Kenya contasse 115 bambini in queste condizioni, ma
il loro numero è da allora cresciuto fino a superare le 500.000 unità.
Nella sola città di Nairobi ci sono più di 60.000 bambini di strada: questo allarmante fenomeno in
continua crescita ha spinto la Koinonia Community ad avviare nel 1992, un programma per i bambini di
strada.
Venne formata una squadra di calcio coinvolgendo bambini di strada e altri che avevano abbandonato la
scuola. Assieme alle attività sportive veniva anche forniti loro pasti caldi, cure mediche, una scuola e un
rifugio temporaneo.
La comunità si convinse che era necessario affrontare il problema dei minori partendo da una prospettiva
più ampia e per questo motivo nacque l’idea del Kivuli Center.
Il centro è uno strumento che consente di contattare i membri della comunità locale e di coinvolgerli
attivamente nei progetti volti a migliorare il livello di vita e di ridurre il fenomeno dei bambini di strada.
La parola Kivuli vuol dire “rifugio” ed effettivamente è questo che il centro offre ai bambini di strada di
Nairobi, ma oltre ad accogliere fornisce formazione professionale e concrete possibilità di lavoro
commercializzando quanto prodotto attraverso la rete del commercio equo e solidale.
I programmi
Il Kivuli Center gestisce numerosi programmi di carattere sociale tra i quali un centro residenziale per
minori, una piccola clinica, una biblioteca, uno spazio che ospita le sedi di diverse associazioni ed è a
disposizione dei giovani del quartiere per incontri, discussioni, dibattiti e approfondimenti culturali.
Grazie a tutte queste attività il Kivuli Center è diventato un punto di riferimento sicuro non solo per i
bambini di strada, ma anche per le famiglie e quanti vivono nelle aree limitrofe.
Children Program
Il programma di riabilitazione per bambini è una delle attività principali dell’organizzazione ed è
finalizzato a riabilitare, reintegrare ed educare minori che vivono in situazioni difficili, specialmente
bambini di strada.
Grazie al Kivuli Center, 50 bambini sono assistiti in modo completo, mentre altri 45 sono seguiti per la
parte educativa. Molti dei minori inseriti nel progetto sono stati reinseriti nel loro nucleo famigliare o
presso parenti che collaborano con gli operatori sociali per la loro educazione.
Kivuli Youth club
Il club giovanile coinvolge circa 50 ragazzi che, provenienti dalle aree circostanti alla sede, si ritrovano
una volta a settimana. Lo scopo è quello di offrire momenti utili alla crescita allo sviluppo completo della
persona. Le attività riguardano la formazione umana e culturale, ma comprendono anche lavori comunitari
e diversi tipi di sport.
Amani Yassets Football Club
Il club ha lo scopo di valorizzare e promuovere giovani che vivono in Dagoretti Division e che hanno
talento calcistico. Il lavoro comprende diverse attività: identificazione delle capacità, riabilitazione e
consulenza, partecipazione allo sviluppo comunitario, auto consapevolezza e conoscenza dell’AIDS,
miglioramento delle condizioni di vita dei giovani attraverso interventi socio economici.
Andrew School and Tele-Center
La scuola è stata istituita nel 2000 con lo scopo principale di formare la comunità, in modo particolare i
giovani, alle necessarie conoscenze tecnologiche e alle moderne modalità di comunicazione: internet,
posta elettronica, uso del computer, del fax e del telefono, nonché una migliore padronanza delle lingue.
Micro Credit Program
Il programma si prefigge di fornire accesso al credito alle famiglie dei minori coinvolti nel programma di
riabilitazione del Kivuli Center e di assistere le famiglie per il raggiungimento della sostenibilità
economica. Tutto questo in funzione del reinserimento nel nucleo famigliare dei bambini.
Il programma offre crediti a piccoli gruppi che si sono organizzati nel fornire garanzie comuni per i
prestiti dei singoli membri e nell’assistenza reciproca per la risoluzione dei normali problemi connessi
all’attività economica. I membri sono anche incoraggiati ad avviare forme di risparmio che consentano
loro di reinvestire risorse nelle proprie attività e a favore della famiglia.
Dispensario
Il dispensario è primariamente a servizio dei bambini in difficoltà e quindi della comunità nel suo
complesso. Le persone possono usufruire di servizi medici di base con un’infermiera e un assistente che
gestiscono il dispensario, mentre un medico visita regolarmente i pazienti.
Biblioteca e Sala di studio
La biblioteca e la Sala di studio offrono l’opportunità ai membri della comunità di documentarsi e avere
accesso ai libri, favorendo la diffusione della cultura. I servizi della biblioteca sono gratuiti e i fruitori
possono prendere in prestito i volumi, o portare con sé i propri libri e usufruire solo dei locali.
Kivuli workshops
Il centro servizi coinvolge diversi gruppi di produttori formati da giovani, donne, rifugiati e persone
emarginate. Inaugurato come Incoming Generating Project nel marzo del 2002, ha lo scopo di
commercializzare i prodotti artigianali delle comunità locali coinvolte nel progetto.
Se da un lato gli artigiani sono abili nelle lavorazioni e impegnati a migliorare la qualità dei propri
prodotti, dall’altro lato il loro limite maggiore è legato alla commercializzazione. Il mercato locale, a
causa delle difficili condizioni economiche, non riesce ad assorbire la produzione e non è sufficientemente
stabile per poter supportare i piccoli artigiani nelle loro attività.
I prodotti artigianali, realizzati con materie prime locali, sono di ottima fattura e possono trovare sbocchi
commerciali migliori sul mercato internazionale.
L’obiettivo per cui il Kivuli Center ha avviato questa struttura è quello di realizzare un ambiente adatto a
giovani, donne, rifugiati e ad appartenenti alle fasce più bisognose della popolazione allo scopo di offrire
nuove opportunità di lavoro che consentissero alle persone coinvolte di raggiungere l’indipendenza
economica e una maggiore autonomia.
 
Allegati

KIVULI

 KIVULI CENTER