PRODOTTI


Prodotti Biologici
Prodotti Fairtrade
Novità

PROGETTI

TANZANIA - MIKONO

prodotti relativi
MIKONO – TANZANIA

Mikono ha sede a Dar es Salaam, ma opera su tutto il territorio nazionale, raggiungendo produttori anche in aree molto remote. Attualmente sono oltre 3.000 gli artigiani che lavorano per Mikono. L’impresa era precedentemente di proprietà del governo e, sotto il nome di Tanzania Handicraft Marketing Corporation, agiva come braccio commerciale per i prodotti della Sido (Small Industries Development Organization).
Grazie ad un piano di privatizzazioni portato avanti nel 1998, la compagnia è stata venduta ai lavoratori, diventando una delle prime ed uniche imprese tanzaniane ad essere in mano alla popolazione indigena: gli azionisti sono al momento una quarantina. La denominazione registrata è Handicraft Marketing Company Limited (Handico), ma il nome usato è Mikono.

Mikono lavora con circa quaranta gruppi di artigiani che producono sculture in legno, prodotti tessili, ceramiche, strumenti musicali, cesti. L’obiettivo principale di Mikono è quello di diventare un punto di riferimento per la valorizzazione e la commercializzazione dell’artigianato tanzaniano, sicuramente ancora non sfruttato in tutte le sue potenzialità, sia sul mercato interno sia all’estero. Altri obiettivi fondanti di Mikono sono il miglioramento delle condizioni di vita dei lavoratori coinvolti e la compatibilità ambientale delle attività produttive.

I servizi che la compagnia offre ai produttori sono molteplici: sviluppo di nuovi prodotti, controllo della qualità, formazione tecnica e contabile, ricerca di nuovi mercati, studio di strategie produttive. Mikono è retta da un Consiglio di Amministrazione eletto dagli azionisti ogni tre anni. Le attività quotidiane sono gestite dallo staff operativo con la supervisione del direttore generale. Per l’organizzazione (contabilità, marketing, vendite, magazzino) lavorano dieci persone stipendiate.

I risultati raggiunti finora sono stati, prima di tutto, di aver ottenuto degli utili a distanza di solamente un anno dall’inizio dell’attività. Inoltre, l’aver sviluppato altre forme di artigianato oltre a quelle tradizionali: non solo sculture makonde, dunque, ma anche oggetti di uso quotidiano. Infine l’apertura di tre punti vendita a Dar es Salaam (in un futuro prossimo è prevista l’apertura di negozi ad Arusha, Zanzibar, località ad alto impatto turistico). Mikono esporta il 60% della propria produzione, sia attraverso i canali del commercio equo sia attraverso altri canali.
 
Allegati
 PROGETTO MIKONO