PRODOTTI


Prodotti Biologici
Prodotti Fairtrade
Novità

PROGETTI

BRASILE - COOPFAM

prodotti relativi
COOPFAM – BRASILE
Introduzione
Il caffè che abbiamo ha iniziato ad importare dal
Brasile presenta una filiera complessa, in cui si
presentano altri due soggetti oltre al produttore di caffè
verde.
Queste due figure sono Wolthers & Associates (broker)
azienda di Santos che si occupa di contrattare le vendite
di caffè, e Exprinsul (esportatore) azienda di Varginha
che si occupa delle pratiche di esportazione.
Storia
La storia di coopfam inizia nel 1985 quando comincia a
riunirsi un gruppo di produttori che aspirano a creare
condizioni migliori per l’agricoltura famigliare.
Preoccupati per l’esodo verso le città, si impegnano in
importanti rivendicazioni sociali quali le strade e le scuole.
Nel 1988 il gruppo si rende conto che la produttività degli agricoltori è molto bassa a causa
della bassa conoscenza e dello scarso utilizzo delle tecniche di sfruttamento del terreno. Da
questa considerazione di base si svilupperanno corsi di formazione mirati allo sviluppo di
conoscenze tecniche nel campo agricolo e nascerà, nel 1991, la cooperativa coopfam nella zona
di poço fundo. Ad oggi la cooperativa è composta da 200 famiglie produttrici, di cui 60
possiedono certificazione biologica, 34 sono in tramite di conversione e 110 sono produttori di
caffé convenzionale. Nel 1997 si è iniziato a produrre con certificazione biologica e dal 2001-02
si produce con certificazione equo-solidale.
Prodotti
Il gruppo opera in una zona collinare, in cui le piantagioni sono poste a circa 900 m sul livello
del mare. Ogni produttore ha in media 5 – 6 ha di terreno (5000 piante cad) , su cui pianta caffè
biologico e convenzionale (in lotti rigorosamente separati) . Dato che la coltivazione,
manutenzione e raccolta avviene manualmente i campi non possiedono struttura regolare con il
rispetto delle distanze normalmente richieste. Nelle piantagioni inoltre si trovano spesso
coltivazioni che servono al sostentamento delle famiglie produttrici (alberi da frutto, ortaggi,
mais, manioca e fagioli) .
In media la cooperativa riesce a produrre da 3000 a 5000 sacchi di caffé convenzionale e da
2500 a 3000 di caffé biologico. Ovviamente la resa del caffé biologico è inferiore a causa
dell’attenzione posta nell’uso di fertilizzanti. La cooperativa utilizza un fertilizzante a base di
farina di pesce apposito per la agricoltura organica e riutilizza il pergamino (materiale di scarto
ottenuto dalla prima lavorazione del caffé verde) come concimante.
Progetti sociali
Coopfam non è attiva solamente nel campo della produzione biologica ma è impegnata in
progetti ambientali quali la riforestazione della zona di Minas Gerais.
Inoltre, l’organizzazione ha utilizzato le risorse economiche provenienti dal premium pagato dal
Fair Trade per realizzare una sala computer ben attrezzata, dotata di una quindicina di computer
che è destinata ai soci e ai corsi di formazione che la cooperativa organizza.
Oltre a questa sala la cooperativa finora ha utilizzato il premium per interventi in ambito
scolastico (30%) e sanitario (20%) oltre che per l’acquisto di macchinari.
Nel 2006 prevedono di fare un corso di inglese diretto ai soci della cooperativa.
La cooperativa ha poi avviato un progetto in ambito sociale in collaborazione con la locale casa
di riposo: sono state piantate nel giardino della struttura delle piante di caffé, curate in loco, che
saranno vendute a tempo debito e il profitto di tale vendita rimarrà alla casa stessa.
Conclusione
L’esperienza di Coopfam lascia ben sperare per uno sviluppo concreto e continuo sia
nell’ambito della coltivazione del caffé organico sia per lo sviluppo di una società rurale forte e
sostenibile.
 
Allegati

ESCRITORIO

 PROGETTO COOPFAM