PRODOTTI


Prodotti Biologici
Prodotti Fairtrade
Novità

PROGETTI

ETIOPIA - SCFCU-SIDAMA COFFEE

prodotti relativi
Sidama Coffee Farmers Cooperative Union (SCFCU) –
Etiopia
Introduzione
Sidama Coffee Farmers Cooperative Union è una giovane realtà cooperativa impegnata per il
miglioramento delle condizioni dei piccoli produttori di caffè.
Storia
Durante il regime socialista in Etiopia, i produttori di caffé erano costretti ed essere membri di una
cooperative a cui vendevano tutto il loro caffé. La commercializzazione del caffé era
completamente gestita dallo Stato ma dopo il 1991 le normative si allentarono un poco rendendo
possibile ai produttori di vendere il proprio caffé anche senza essere parte di una cooperativa. A
questo fine venne stabilita l’asta del caffé attraverso cui avveniva la vendita.
La Sidama Coffee Farmers Cooperative Union (SCFCU) venne fondata nel 2001 con l’obiettivo
principale di stabilire un rapporto diretto tra i produttori di caffé, le aziende esportatrici ed i clienti.
Ad oggi l’Unione è formata da 39 cooperative di caffé ed ha ben più di 82000 soci.
Prodotti
Sidama commercializza caffé di piccoli produttori della regione meridionale dell’Etiopia. Per avere
un’idea dell’importanza di questo prodotto, basti pensare che il caffé in Etiopia rappresenta ben il
75% delle esportazioni totali e che la sua qualità, a livello internazionale, è ritenuta molto alta.
Infine, è interessante sottolineare che ben il 95% della produzione di caffé proviene da piccoli
produttori mentre solo il restante 5% da piantagioni.
Progetti sociali
L’organizzazione ha una struttura democratica in cui vi è una assemblea generale che prevede da
due a cinque rappresentanti per ogni cooperativa. E’ compito dell’assemblea eleggere tre persone
che andranno a costituire i comitato di controllo. Fin dalle sue origini Siadama si è autosostenuta e
non ha mai voluto attingere a sovvenzioni o statali. Sidama è una realtà giovane e che impegna
molte delle proprie risorse per mantenere la sua indipendenza economica. Le risorse da dedicare a
progetti sociali sono quindi per ora limitate. Il premium proveniente dal commercio equo solidale
va direttamente alle singole cooperative da cui proviene il caffé bio. Nel 2004 i membri delle due
cooperative da cui acquista CTM (Shoye e Fero) hanno deciso di investire il “surplus equo” per la
gestione delle strade di collegamento dei loro distretti e per il rinnovo di una scuola elementare.
Conclusione
Il commercio equo e solidale è riuscito in un breve lasso di tempo a dimostrarsi fondamentale per il
sostegno di una realtà fatta di piccoli produttori, che proprio attraverso il canale del fair trade hanno
raggiunto la sostenibilità economica e con il fair trade premium possono operare per un
miglioramento delle proprie strutture sociali.
 
Allegati

RACCOLTA CAFFE


PRODUTTORE SIDAMA


CAFFE

 SIDAMA COFEE