PRODOTTI


Prodotti Biologici
Prodotti Fairtrade
Novità

PROGETTI

EL SALVADOR - SEMILLA DE DIOS

prodotti relativi
Asociación Cooperativa La Semilla de Dios
El Salvador

La Palma è un municipio di circa quattromila abitanti a dieci chilometri dal confine honduregno e ad ottanta dalla capitale, nel dipartimento di Chalatenango. È una zona rurale localizzata a circa mille metri di altitudine ed è stata interessata negli anni scorsi dalla guerra, con occupazioni della guerriglia e dell’esercito. Le condizioni di vita sono piuttosto difficili, anche se La Palma presenta qualche opportunità in più rispetto ad altre zone rurali del paese grazie alla presenza di molti laboratori artigianali.

L’arte del legno dipinto
La lavorazione avviene nella cittadina di La Palma, presso la struttura di proprietà della cooperativa. Le materie prime usate sono il legno di abete, reperibile localmente e nel vicino Honduras, e alcuni semi, in particolare quello di copinol.
Le varie fasi di produzione comprendono:
- il lavoro di falegnameria e cioè di taglio della materia prima a seconda della forma richiesta,
- il disegno delle figure tipiche sulle forme di legno,
- l’eventuale bordatura a solco del motivo disegnato su legno,
- l’applicazione di mordente al legno stesso per dare un colore più scuro,
- la decorazione dei disegni a tinte vivaci,
- la rifinitura delle immagini dipinte,
- l’applicazione di uno strato protettivo di vernice trasparente,
- lo stoccaggio nel magazzino.
La produzione di Semilla de Dios si concentra sul legno dipinto, con tutta una gamma di articoli tipici del Salvador e in particolare della zona di La Palma: croci di varie dimensioni, lettere alfabetiche, numeri, portacarte, appendiabiti, figure di animali, oltre ad orecchini, ciondoli e miniature in semi di copinol, il tutto decorato a tinte vivaci e secondo disegni tipici salvadoregni.

La cooperativa degli artigiani
La cooperativa Semilla de Dios venne registrata come Società Cooperativa con sede a La Palma nel 1977, ma le sue radici risalgono al ’72 quando Fernando Llort, un artista di San Salvador, andò a vivere in quella regione per cercare contatto con la natura e ispirazione artistica. Qui scoprì che il seme di copinol, una pianta locale, si prestava ottimamente ad essere levigato e decorato con miniature di paesaggi in stile naïf. Il successo di queste miniature nel mercato dell’artigianato artistico fu immediato e di dimensioni inaspettate; con l’aumentare delle richieste Llort iniziò ad insegnare le tecniche di produzione ad un gruppo di persone che - ispirate da principi cristiani e dal desiderio di far fronte al problema della disoccupazione - diedero vita alla cooperativa. Dai semi di copinol si passò poi a decorare anche il legno fino a giungere all’attuale varietà di prodotti.
Gli anni della guerra civile furono anni duri per la cooperativa, che si trovava in una zona di forte conflitto fra la guerriglia del Fmln e le forze dell’esercito. Molte cose cambiarono e lo stesso Fernando Llort dovette far ritorno a San Salvador, ma la Semilla de Dios, a differenza di altre cooperative locali, sopravvisse e continua ad operare tuttora.
I soci attuali sono 26 e tutti lavorano all’interno della cooperativa nella quale sono impiegati anche 25 non soci (51 persone per la maggior parte giovani di La Palma e dintorni). Per diventare soci a pieno titolo gli artigiani devono dimostrare, durante un periodo minimo di sei mesi, la loro capacità produttiva ed il loro interesse a lavorare in maniera cooperativa. Le cariche sociali sono a rotazione e vengono rinnovate ogni tre anni.
I salari sono simili per tutti, anche per i cinque impiegati nell’amministrazione, e si aggirano sui 25 colones al giorno, pari a circa 85 dollari al mese. I soci ricevono inoltre benefici nella forma di suddivisione degli utili realizzati alla fine dell’anno.
Le finalità della Semilla de Dios non si limitano soltanto alla produzione e commercializzazione dell’artigianato, ma contemplano anche un progetto di sviluppo globale della comunità e di miglioramento delle condizioni di vita tramite programmi creditizi, educativi-formativi e di produzione agricola.
In particolare, la cooperativa attua una politica di aiuto attraverso una linea di credito realizzata e gestita con l’accantonamento mensile del 10% di ogni stipendio. Ogni socio può accedervi in base a quanto ha capitalizzato e la restituzione avviene con un interesse dell’1%. Inoltre, ad anziani poveri e a persone invalide appartenenti alla comunità vengono corrisposte alcune somme di denaro.
La Semilla de Dios possiede una propria licenza di esportazione e vende a gruppi di solidarietà e organizzazioni di commercio equo e solidale in Nordamerica, Europa e Oceania: Oxfam (UK, Canada, Nuova Zelanda), Charitas (Svizzera), Bridge Head (Canada), Pueblo to People (USA).
La Ctm ha iniziato l’importazione da questa cooperativa di artigiani nel 1994.
 
Allegati

DECORAZIONE

 PROGETTO SEMILLA DE DIOS